Concorso Cattedra 2018

CORSO DI PREPARAZIONE AL CONCORSO A CATTEDRA 2018

La profonda conoscenza della dinamiche, ufficiali ed ufficiose, su cui si muove l’Universo Scuola ci consente di focalizzare i nostri corsi di formazione, sempre e soprattutto, sugli aspetti cardine delle prove d’esame, mirando al centro dell’argomento, per estrapolarne praticamente e in maniera efficace quanto necessario e indispensabile per il pieno superamento degli esami. Puntiamo all’eccellenza aspetto questo troppo spesso trascurato.

Eccellenza per noi è: non generale preparazione delle specifiche discipline oggetto d’esame (attività quest’ultima per la quale non avete bisogno di alcun aiuto), ma competente e ragionata acquisizione di metodi, tecniche e procedure che non troverete su nessun libro di testo che, tra l’altro, variano radicalmente da Concorso a Concorso, di anno in anno.

Su questi presupposti
(comuni a tutte le nostre attività di formazione)
è nato il

CORSO DI PREPARAZIONE AL CONCORSO A CATTEDRA 2018

Al corso sarà possibile partecipare di persona presso le nostre sedi (numero di posti limitati), oppure attraverso una attività di formazione a distanza via internet (webinar); soluzione comoda ed utile per chi già lavora; o ha impegni tali da impedirgli di partecipare di persona; o ha poche ore da dedicare alla preparazione e ha la necessità di ottimizzare i tempi pur preparandosi in maniera adeguata.

In quest’ultima soluzione il metodo utilizzato consentirà di contare su una fruizione condivisa con altri corsisti pur conservando la facoltà di sottoporre richieste specifiche e intervenendo con un ruolo attivo alla lezione.

Le quote di partecipazione, diversificate per tipologia di corso, consentiranno anche a chi ha disponibilità limitate di trovare la giusta soluzione per le proprie esigenze di approccio al Concorso a Cattedra.

Aiutarti a raggiungere l’eccellenza nella prova il cui funzionamento è descritto a seguire rappresenta la nostra missione.

Prova orale non selettiva

La prova orale verte sui contenuti indicati nell’allegato A al DM 95/16 relativamente alla scuola secondaria e consiste in:

  • lezione simulata e nell’esplicitazione delle scelte didattiche e metodologiche in relazione ai contenuti disciplinari e al contesto scolastico indicati dalla commissione;
  • capacità di comprensione e conversazione nella lingua straniera prescelta dal candidato almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue

la prova è diversificata anche a seconda si concorra:

  • Per posto comune si valuta la padronanza delle discipline in relazione alle competenze metodologiche e di progettazione didattica e curricolare anche mediante l’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.
  • Per i posti di sostegno si valuta la competenza del candidato nelle attività di sostegno alla studentessa e allo studente con disabilità volte alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle possibili potenzialità e alle differenti tipologie di disabilità, anche mediante l’impiego delle tecnologie normalmente in uso presso le istituzioni scolastiche.

Punteggio della prova orale

Alla prova orale è assegnato un punteggio massimo di 40 punti: non è previsto un punteggio minimo e saranno così ripartiti:

la capacità di comprensione e conversazione nella lingua straniera sono assegnati massimo 3 punti dei 40;
competenze sull’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione sono assegnati massimo 3 punti dei 40.

Tabella di valutazione di titoli e servizi

La tabella di valutazione è allegata al Decreto e prevede l’assegnazione di un massimo di 60 punti relativi a:

  • titolo di accesso: massimo 34 punti
  • ulteriori titoli professionali e culturali: massimo 25 punti
  • pubblicazioni: massimo 9 punti
  • servizi di insegnamento: massimo 30 punti.

Assunzione dei docenti inclusi nella graduatoria del concorso

I docenti inclusi in queste graduatorie saranno individuati sul 100% dei posti rimasti liberi dopo le assunzioni dal concorso 2016 e dalle graduatorie da esaurimento sia nel 2018/2109 che nel 2019/2020. Negli anni successivi la percentuale si riduce a favore del concorso riservato a chi ha tre anni di servizio e del concorso ordinario.

I docenti individuati saranno avviati al terzo anno del FIT (anno di prova): avranno una supplenza annuale in una scuola della regione, svolgeranno le attività previste dal decreto sul terzo anno FIT e saranno soggetti alla valutazione finale dell’anno di prova. Superato l’anno di prova saranno assunti, l’anno scolastico successivo, a tempo indeterminato.

Programma FIT Semplificato

  1. La raccomandazione del parlamento europeo del 2006 e le competenze chiave per l’apprendimento permanente
  2. La didattica per competenze: scenari culturali e normativi
  3. L’innovazione metodologico-didattica per il successo formativo degli alunni
  4. La scuola dell’inclusione: allievi con bisogni educativi speciali
  5. Progettazione di unità di apprendimento: modelli, procedure, azioni professionali
  6. Il profilo professionale del docente: riferimenti contrattuali e normativi
  7. Analisi di prototipi per la lezione simulata
  8. Simulazione di una lezione

Clicca qui per contattarci e/o iscriverti